Come aumentare il proprio seno e vivere felici | Artegeniofollia.it

http://www.artegeniofollia.it/2020/03/05/come-aumentare-il-proprio-seno-e-vivere-felici/ un articolo interessante da scoprire !

Avendo il seno cascante e una condizione molto comune tra le donne, una situazione che non è affatto comoda quando si dà importanza al proprio aspetto, la ptosi del seno potrebbe essere causata da molti fattori e corretta con varie soluzioni. Il lifting del seno (Mastopessia), una delle alternative chirurgiche disponibili, è illustrato per voi dalle domande più frequenti poste dalle pazienti prima o durante un primo consulto.

Perché il lifting del seno?

La mastopessi è un’alternativa, tra le altre, per rimodellare la ghiandola mammaria in caso di ptosi. È un metodo chirurgico che consiste nello stirare la pelle del seno con la rimozione dell’eccesso e nell’alzare l’areola e il capezzolo ribassati, per dare un risultato più armonioso all’aspetto del seno.

Il lifting del seno può essere adottato anche in caso di ipertrofia mammaria, l’intervento consisterebbe quindi nel ridurre il volume del seno che, a causa di eventi come l’invecchiamento, la gravidanza, l’allattamento o l’eccessiva perdita di peso, tende a cadere, dando un aspetto per nulla bello e generando complessi e molte difficoltà psicologiche per la donna che ne soffre.

Chi può sottoporsi ad un lifting del seno?

Donne che soffrono di ptosi al seno causata dall’invecchiamento, dall’allattamento o da altri eventi.
Le donne che soffrono di ipertrofia mammaria che ha finito per provocare la ptosi.
Donne che hanno seni vuoti e cascanti fin dalla pubertà, seni grandi ma tuberosi, seni normali ma cascanti fin dall’inizio della loro crescita per motivi ormonali, genitali o morfologici…
Per le donne che soffrono di asimmetria del seno, il sollevamento di un solo seno verrebbe eseguito per compensare la differenza di dimensioni tra i due seni.

Il lifting del seno è una soluzione efficace per le donne che cercano di rimodellare il loro seno cascante e fermare una ptosi importante, qualunque sia la sua origine.

Come viene eseguito il lifting del seno?

Il lifting del seno viene eseguito in anestesia generale, l’operazione dura dalle due alle tre ore.
La cicatrice può essere una “T” rovesciata, una “L”, o una “I” che va dalla piega del seno verso l’areola, o sotto forma di incisione peri-areolare, solo in caso di ptosi moderata. Il chirurgo plastico farà in modo di evitare cicatrici non obbligatorie, che possono essere impercettibili o, nel peggiore dei casi, diventare molto discrete a seconda della qualità della pelle e del rispetto delle cure prescritte.
Per un lifting del seno sarebbe necessario un ricovero da 24 a 48 ore, a seconda dei casi, con l’utilizzo di un bendaggio compressivo a forma di reggiseno con diverse modalità di contenzione a seconda del volume, della qualità della pelle e della natura dell’intervento subito, per due giorni consecutivi.
Per i primi due mesi sarebbe necessario indossare un reggiseno adeguato dopo un lifting al seno.
Gli analgesici verrebbero sistematicamente prescritti per evitare il dolore che potrebbe manifestarsi dopo la fine dell’effetto dell’anestesia.
Le suture utilizzate per la sutura regrediscono naturalmente dopo 15-20 giorni.
Lo sport e qualsiasi attività fisica troppo violenta sarebbero proibiti durante le prime due settimane.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*

code