Chirurgia estetica Italia

Sentirsi bella e attraente ma soprattutto sentirsi donna. Un seno adattato alla sua silhouette, un seno trovato dopo la gravidanza, un seno rotondo o piuttosto “a forma di pera”, un seno che amiamo….. L’esperienza ci mostra che l’aumento del seno dà fiducia e benessere.

A base di gel di silicone, nella maggior parte dei casi, le protesi mammarie hanno forme diverse (rotonde, anatomiche) e profili diversi (basso, moderato, alto, molto alto). Sono più spesso posizionati dietro il muscolo pettorale, che limita la rotondità della parte superiore del seno e minimizza la sua percezione al tatto.

La dimensione della protesi mammaria deve essere scelta con cura. Un aumento del seno di 400cc può essere troppo importante per alcune persone in cui una protesi mammaria 200c sarà prevenuta. Gli impianti possono essere inseriti attraverso l’ascella, l’areola o il solco mammario. Anche se l’esecuzione di tutti gli approcci, il nostro preferito è l’approccio submammario. Questo è regolabile in base alle dimensioni della protesi, consentendo un posizionamento non traumatico dell’impianto.

Inoltre, è l’approccio più pulito dal punto di vista chirurgico. Non ci sono follicoli piliferi o canali galattoforici potenzialmente contaminati da batteri nel solco. Questo riduce il rischio di una conchiglia o “seno duro”.

POSIZIONAMENTO DELLE PROTESI MAMMARIE

Le protesi sono più spesso posizionate dietro il muscolo pettorale maggiore che attraversa il torace. Il pallet muscolare davanti all’impianto riduce al minimo la percezione e appiattisce il polo superiore. Questo posizionamento retro-muscolare è sistematico in pazienti sottili con seno piccolo. Più raramente, le protesi sono poste davanti al muscolo e quindi dietro la ghiandola mammaria. Questo è possibile quando c’è già un seno di buon volume o quando la paziente è estremamente muscolosa e atletica.

Da scoprire :

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*

code