Addominoplastica ? Domande e risposte

Una pancia sottile e tesa, che rivela la muscolatura sottostante?
Una pancia piatta, semplicemente piatta, che non trabocca come la boa di un bambino sopra la vita? Una pancia con una bella pelle, senza smagliature o stropicciature? Una bella pancia, anche un po’ rotonda, femminile?
La gravidanza, l’aumento di peso e la mancanza di attività fisica danneggiano la pancia e la silhouette appare pesante e poco tonica.
La gravidanza, l’aumento di peso e l’invecchiamento modificano la pancia. Può essere un addome moderatamente disteso per il quale è sufficiente una procedura cosmetica che combina la liposuzione e un piccolo sollevamento addominale con una breve cicatrice nel pube.
Può essere un addome molto più danneggiato con un grembiule addominale che copre il pube. In questi casi l’operazione combina la liposuzione, il tensionamento muscolare e una resezione della pelle di grandi dimensioni. La cicatrice è lunga, più o meno discreta nei primi anni, ma il risultato è spettacolare sulla silhouette.

Addominoplastica, Cosa è importante

L’addominoplastica consiste in una liposuzione dell’addome associata ad una resezione della pelle in eccesso e si traduce in una inevitabile cicatrice sovrapubica bassa. Questa operazione può quindi essere più o meno importante e, naturalmente, più la pelle viene rimossa, più lunga è la cicatrice.
Una grande addominoplastica con trasposizione dell’ombelico richiede un certo numero di precauzioni (calze di sostegno, cintura di sostegno addominale, iniezioni preventive di eparina…). Per limitare il distacco e la tensione della cicatrice, fonte di ematoma, sieroma, cicatrice troppo alta e ipertrofica, eseguiamo una particolare tecnica chiamata “alta tensione superiore”.
Il posizionamento di punti profondi in trazione verso il basso, tra il lembo staccato e il piano muscolare, permette di chiudere gli spazi morti e di ridurre al minimo le tensioni sulla sutura. Questo semplifica l’assistenza post-operatoria e rende la cicatrice discreta. Il miglioramento estetico e funzionale è sempre spettacolare.

Nei postumi dell’operazione sono proposti gli effetti dell’operazione:
un trattamento del dolore adattato con la prescrizione di analgesici di morfina, se necessario,

Accesso 24 ore su 24 al chirurgo in caso di emergenza tramite un’applicazione per smartphone,
una telefonata di controllo da parte dell’infermiera dell’ufficio,
rimozione dei punti e/o punti metallici e posizionamento della medicazione in silicone da prte dell’infermiera dello studio,
le 3 settimane successive all’intervento, un consulto alla settimana con una sessione di LED per ridurre al minimo le cicatrici e il controllo del chirurgo

Chirurgia: chirurgia del ventre

Si pratica in anestesia generale o loco-regionale e dura da 1 a 2 ore e 30 minuti. Il ricovero è da 12 a 72 ore a seconda dell’entità dell’intervento.
La chirurgia addominale interviene ai tre livelli feriti o antiestetici:

La parete muscolare: la chiusura della diastasi dei muscoli dritti (e delle piccole ernie ombelicali o della linea bianca) e talvolta il ripiegamento dei muscoli obliqui permettono di rimettere in tensione la fascia addominale.
Tessuti grassi: una forte liposuzione dell’addome e talvolta dei fianchi assottiglierà tutta la pancia grassa.
Pelle in eccesso: infine la resezione della pelle in eccesso riadatta la copertura cutanea su una fascia muscolare stretta e su uno stomaco sgrassato.

Nelle grandi addominoplastiche viene rimossa tutta la pelle tra il pube e l’ombelico. L’esposizione della parete muscolare così come la ritensione della pelle del ventre richiede un significativo distacco. Questi distacchi danneggiano un certo numero di pediccoli vascolari e indeboliscono alcune aree della pelle come la regione sovrapubica. È quindi necessario ridurre al minimo le tensioni di chiusura a questo livello e utilizzare determinate tecniche. D’altra parte, il fumo, l’età e alcune patologie con ripercussioni vascolari come il diabete di tipo 2 possono controindicare questa procedura.
Dopo l’intervento

Il dolore è variabile e talvolta acuto quando si pratica un gesto muscolare. I lividi spariscono in 2 settimane. L’insensibilità della pancia (sensazione di cartone) è normale per diversi mesi. Le suture e i punti metallici vengono rimossi a partire dal 6° giorno. Una prevenzione degli incidenti tromboembolici mediante iniezione di eparina è essenziale per circa dieci giorni. È necessario indossare una cintura di sostegno addominale e calze di sostegno per un mese.
Le cicatrici, spesso rosa all’inizio, si sbiancano in 6–24 mesi ma richiedono un attento follow-up con, a volte, l’uso di creme e cerotti per minimizzarle. Rigide regole igienico-sanitarie e, 3 mesi dopo l’operazione, una rieducazione della parete muscolare addominale permettono di affinare il risultato.

Siti Internet da scoprire :

5 Trackbacks / Pingbacks

  1. Storia della medicina - Medicina Italia
  2. Botox o botulino - Domande sulla Mastoplastica additiva
  3. Acido ialuronico domane ? - Domande sulla Mastoplastica additiva
  4. Domande sulla blefaroplastica - Domande sulla Mastoplastica additiva
  5. Domande sulla Chirurgia Estetica -

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*

code