Perché ricorrere alla chirurgia estetica del seno ?

Perché ricorrere alla chirurgia estetica del seno?

Questa operazione di chirurgia estetica sarà effettuata in base al caso che la riguarda.
Per esempio :

Quando una donna ritiene che il suo seno sia troppo piccolo rispetto al resto del corpo.
Dopo la gravidanza, quando il volume del seno è cambiato.
Quando c’è un’asimmetria del seno.
Per ricostruire il seno dopo un’ablazione.

Aumento del seno

L’aumento del seno migliorerà la tua figura e la fiducia in te stessa, ma non necessariamente cambierà la qualità dei tuoi rapporti con gli altri o la percezione di chi ti sta intorno.

Prima di optare per questa procedura, siate chiari sulle vostre aspettative e discutetene con il vostro chirurgo. Sarà lieta di rispondere a tutte le vostre domande in modo preciso e di informarvi sui trattamenti più adatti alla vostra situazione.

Quali sono le diverse tecniche chirurgiche?

L’intervento consiste nell’introdurre una protesi sotto la ghiandola mammaria o sotto il muscolo pettorale attraverso una piccola incisione. L’incisione della pelle può essere fatta:

Nella piega sottomammaria
Intorno all’areola del seno
Nella cavità dell’ascella (via ascellare).

Le protesi più comunemente usate in Canada sono quelle contenenti soluzione salina (o soluzione salina). Health Canada autorizza anche gli impianti con gel siliconico.

Durante il vostro consulto, il Dottor Sergio Delfino vi spiegherà i vantaggi di ogni tipo di impianto.

Conduzione e monitoraggio dell’operazione
La prima consultazione

Durante la consultazione, il Dottor Sergio Delfino valuterà il vostro stato di salute e vi consiglierà la tecnica chirurgica più appropriata per garantire che il risultato sia in armonia con la vostra figura e soddisfi le vostre aspettative.
Lei indicherà il luogo:

  • delle incisioni,
  • della protesi mammaria
  • così come il tipo e il diametro della protesi.

Quando il seno è troppo basso, può essere necessario anche un nuovo bendaggio (o sollevamento). Il medico le spiegherà i rischi inerenti all’operazione, come verrà effettuata (generalmente in anestesia generale) e le darà istruzioni prima e dopo l’intervento.
Il giorno dell’operazione

Portate un reggiseno che si adatti alla taglia del vostro nuovo seno.
La procedura dura da 1 a 1,5 ore. Rimarrete quindi sotto osservazione fino a quando non potrete lasciare la clinica.
Vi saranno date alcune linee guida e una prescrizione medica quando lascerete la clinica. Assicuratevi di essere assistiti al vostro ritorno a casa.
Raccomandazione importante post-operatoria

Prendere la prescrizione del medico per alleviare il dolore.
Possono verificarsi gonfiori ed ecchimosi. Sono al massimo due o tre giorni dopo l’operazione.
Evitate di alzare le braccia sopra la testa o di sollevare pesi pesanti per due settimane.
Riprendere le faticose attività sportive un mese dopo l’intervento.
Evitare di esporre le cicatrici al sole o al solarium per 6 mesi.

Aumento del seno di chirurgia estetica
Quali sono i rischi associati alla chirurgia del seno?

Tutti gli interventi chirurgici comportano dei rischi. Nel caso di questo tipo di intervento il rischio è basso. Anche se la maggior parte dei pazienti non presenta complicazioni, è importante avere tutte le informazioni in mente per evitare spiacevoli sorprese.
Le tre principali possibili complicazioni
Emorragia (in circa l’1% dei casi)

Dopo l’intervento può verificarsi un’eccessiva emorragia. È quindi necessaria una seconda operazione per riparare il vaso responsabile ed evacuare l’accumulo di sangue.
Infezione cutanea (in circa 1–2% dei casi)

L’infezione può verificarsi intorno alla protesi mammaria. Di solito l’infezione è controllata con antibiotici. In alcuni casi, l’impianto deve essere rimosso fino a quando l’infezione non viene controllata, poi può essere inserito un altro impianto.
Ulcerazione (molto raramente)

Può verificarsi un’ulcerazione cutanea con esposizione della protesi, che di solito deve essere rimossa per un certo periodo di tempo.
Altre possibili reazioni fisiologiche

Ritiro dell’involucro che circonda l’impianto (capsula fibrosa). Cambiamenti nella forma del seno, indurimento, dolore. La soluzione è quella di rilasciare la capsula fibrosa.
Sensibilità del capezzolo (ipersensibile, meno sensibile o insensibile). Fenomeno temporaneo. In alcuni casi permanente.
Cambiamento di volume. L’impianto può rompersi o sgonfiarsi. Usura naturale o difetto della valvola protesica.
Nei casi di:

Protesi Salina
La protesi crollerà nel giro di poche ore e l’acqua salata sarà assorbita dal vostro corpo in modo sicuro.

Silicone
Dovranno essere effettuati esami radiologici per determinare se la sostituzione è necessaria.
In letteratura sono stati descritti casi molto rari di aumento del seno. Di solito si tratta di un sieroma tardivo dovuto all’accumulo di fluido intorno all’impianto. Questi casi sono di solito legati a impianti testurizzati. Quando ciò si verifica, il Dottor Sergio Delfino deve essere contattato in modo da poter effettuare un’indagine appropriata, inclusa un’analisi del fluido prima della Mastoplastica additiva Roma.
Spostamento dell’impianto a causa di un problema anatomico, di una precedente asimmetria o di attività fisica con gli arti superiori durante le prime settimane.
Visibilità
Quando il paziente ha la pelle molto sottile e anche se gli impianti sono di solito posizionati sotto i muscoli pettorali, una parte dell’impianto può essere palpata.

Allattamento e protesi mammarie

Gli impianti non influiscono sulla capacità di allattare al seno.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*

code